Quando ci si vergogna di essere italiani

Da ieri è raggiungibile il nuovo sito Italia.it (vi sconsiglio di visitarlo :-P). Il sito è pesantissimo da caricare, è quasi totalmente fatto in Flash e sembra sia costato una cosa come 45 milioni di euro !!!!

Ieri c'era un'intro musicale che fortunatamente è stata tolta nonostante questo resta un sito orrendo e poco accessibile (troppo pesante da caricare). Secondo me se facevano qualcosa con WordPress o Drupal stavano prima e risparmiavano qualche soldo :-P.

Il merito sembra sia di Rutelli, l'il design è opera di una ditta americana 😕 (e poi ci si lamenta delle aziende che portano il lavoro in Cina e quelle almeno ci guadagnano :-P) e dovrebbe promuovere il turismo italiano :-?.

Il sito è disponibile in quattro lingue: inglese, tedesco, italiano e ???? (che presumo sia giapponese :-P), e lo spagnolo ? e il francese ?

Ecco come vengono mandati a puttane i soldi delle tasse ! bravi !

Se volete approfondire cliccate sulle parole chiave che rimandano ai tag Technorati e troverete i link a tutti i blog che ne parlano :-). Se qualcuno riesce a convincermi che non sono soldi buttati gli regalo una bottiglia di grappa fatta in casa :-), una me la bevo io per dimenticare :-).

14 Responses to “Quando ci si vergogna di essere italiani”


  • Senza quella canzone iniziale è già un'altra cosa.
    Comunque il sito mi pare poco agevole anche nella versione "accessibile".

  • Pare anche a me, domani provo a vedere se con una 56k si riesce ad aprirlo o se comincia a fare le linguacce >/P.
    Ciao

  • CHE SCHIFO DI SITO!
    Provate a fare clic su "Itinerari" e poi sul dettaglio di un tragitto: non è possibile lo scrolling del dettaglio!
    La solita porcheria che non vale a niente, commissionata da ministri incompetenti a mega-agenzie fanfarone.
    E chi non ha Flash cosa fa?
    Gialloporpora, sei troppo buono nei tuoi giudizi!
    E quello è un portale che deve rilanciare il turismo in Italia?
    Se proprio devo navigare in un sito in flash, allora preferisco questo:
    http://www.parcodellapreistoria.it/
    che è fatto 1.000.000 di volte meglio!
    Dovrebbero dare le dimissioni soltanto per questa vergogna ridicola!
    Che lingua è ?????
    Non scrivo una parolaccia – omonimo titolo di una canzone di Masini – solo perché ho molta stiam del blog che mi ospita!
    CHE SCHIFO DI SITO!

  • @miki64,
    sei anche stato fortunato a non vederlo com'era giovedì con un'introduzione di 30 secondi che scimiottava il "Barbiere di Siviglia" e dopo quello un'altro filmato che mi aveva fatto chiudere il sito (non senza qualche fatica) e rinunciare a navigarlo.
    Io che lo ho visto giovedì ti assicuro che vederlo nella versione accessibile (segnalata da @Willy), sembra quasi accettabile.
    Resta il fatto che non si vedono feed RSS, hanno usato le tabelle per fare la struttura del sito che di solito sono sconsigliate e con 45 milioni bisognerebbe aspettarsi tutta un'altra roba.
    Le parole dopo aver letto la cifra scappavano anche a me 😛
    Ciao

  • Probabilmente hai ragione. In Drupal, o wordpress, pascal e linguaggio macchina avrei fatto di meglio addirittura pure io 🙂

    Comunque adesso il sito non é così pesante nella parte in Adobe Macromedia Flash.

    Restano scarsi i contenuti. E se si son spesi tutti quei soldi ogni difesa "d'ufficio" é perdente.

    Penso che dovrai ubriacarti.

    Ciao 🙂

  • Come non bastasse sembra sia anche vulnerabile ad attacchi:
    Post di Andrea Micheloni sul tema

    Pazzesco :-S

    Secondo me 45 milioni di euro (100.000 per l'orrido logo) non sono proprio difendibili.

  • Mah, ho visto siti anche più brutti :wink
    Non capisco come installare la splendida <a href="http://toolbar.italia.paginegialle.it/download_ita.html">toolbar che mi porta subito in Italia</a>
    Tra i requisiti si sistema c'è Linux ma solo con Firefox, bene ce li ho…ma se clicco su scarica mi vien fuori un italia.exe…
    Qualcosa non mi torna 😕
    Ciao,
    Andrea.

  • Non è questione di bello o brutto che può essere soggettivo. Quel sito è costato 45 milioni di euro (quasi 100 miliardi delle vecchie lire) e non ha nemmeno un feed RSS :-P, cioè usa delle tecniche di progettazione di circa cinque anni fa.

    Per venire alla tua domanda in realtà io non ho un Linux per provare, sarei contento se qualcuno che sta seguendo la discussione potesse fare una prova con tale OS.

    Comunque molto probabilmente è un'estensione che verrà caricata anche su Mozilla Addons e la potrai installare da li.
    Ti faccio notare con che cura è stata scritta quella pagina (non mi stupirei se si sono dimenticati di reindirizzare al giusto indirizzo gli utenti Linux):

    Con .it toolbar hai la possibilità cercare su tutto quello che ti interessa per il tuo prossimo viaggio in Italia anche sei stai navigando su qualsiasi altro sito.

    hanno fatto un sito sull'Italia e nemmeno sanno l'italiano :-P.
    Ciao

  • Ho fatto una prova con Wine, proprio perché volevo farmi del male (installando prima il Firefox per windows e poi italia.exe) ma non sembra funzionare.
    La loro toolbar è un eseguibile perciò non credo la vedremo presto su A.M.O. 😀

    I 45 milioni di euri beh, li devi considerare sotto una ottica macroeconomica 😕

    No, l'italiano non è il loro forte
    <blockquote>Puoi accedere direttamente ai canali di navigazione di Italia.it anche se ti trovi su <b>una altra web page</b>. Puoi mandare un tuo commento direttamente alla redazione di Italia.it.</blockquote>

    Andrea

  • Alla prossima imbroccherò i codici per le citazioni? :lol559125

  • Secondo me si sono dimenticati di inserire la versione per Firefox allora 😛

    Ho provato a trovare qualche buon motivo per farmelo andare giù ma proprio non riesco a digerirlo quel sito.

    L'idea di un portale italiano per promuovere il turismo è una buona idea, credo al giorno d'oggi sia anzi necessaria, ma la sua realizzazione lascia alquanto a desiderare.

    Ciao
    Sandro

  • L'HTML è disattivato ma credo che se anche lo attivo devi inserirlo fra i TAG [ html ] [ /hrml ] (senza spazi).

    Il BBCode invece funziona: (togliendo gli spazi)
    [ url=link]titolo[ /url ]
    [ b ]parola [ /b ]

    e così via.
    Ciao

  • C'è solo una parola per definire questo portale: vergognoso… fosse costato 5-6000 euro ok, sarebbe un ottimo lavoro… ma già oltre i 10.000 è atroce…

    e poi il logo: è una t o un cactus (o un cetriolo)? Siamo proprio messi male… spendere cosi male i soldi delle tasse che ci vampirizzano… ma stiamo scherzando?

    Css non validi, script non validi, flash pesantissimo, accessibilità nulla, contenuti inesistenti, RSS men che meno… font sgranati, nessuna possibilità di interazione… devo continuare?

    Vabbé, buona giornata e un gran VAFF….. per questo obrobrio di portale… ed un grazie a Rutelli (lui per primo ma chissà quanti altri ce ne sono dietro a mangiare) per aver sperperato MALISSIMO i nostri soldi…

  • Chi fosse interessato all'argomento può seguire questo feed RSS:
    http://scandaloitaliano.wordpress.com/feed/

    che raccoglie articoli che riguardano il portale Italia.it.
    Ciao

Leave a Reply