Archive for the 'blog' Category

Sono tornato :-P

Da venerdì il blog non era più accessibile, sapendo che era in programma un aggiornamento dei server di Netsons, non mi ero preoccupato più di tanto, insomma, mi son detto: quando avranno fatto tornerà tutto a posto. Sbagliato ! Il mio blog non soffriva dei normali downtime dovuti all’aggiornamento (ringrazio Engelium/ssjx che me lo ha fatto notare), il mio spazio Web era proprio sparito ! Questo è il risultato di un ping per www.gialloporpora.netsons.org:

Impossibile trovare l'host www.gialloporpora.netsons.org.Verificare che il nome sia corretto e riprovare. 

A questo punto ho chiesto direttamente sul forum di Netsons (LINK), in cui mi è stato suggerito da @came88 – che ringrazio per avermi risposto – di conttattare direttamente lo staff di Netsons, questa è parte della risposta:

il suo account, inizialmente non trasferito per problemi relativi a
username e password è stato ora trasferito sui nuovi server

insomma, lo spazio Web non c’era davvero più, e per fortuna che li ho conttattati. In pochi minuti mi hanno risposto e credo che dopo qualche ora sia ricomparso sui vari DNS.

Chi ha visto la pagina “Ciao mondo” (ho visto che Willy e Sleeping avevano commentato) è perchè io ero uscito per vedere la partita di Champions League e, essendo stato azzerato il database , qualcuno deve aver portato a termine la procedura di installazione. Al ritorno ho cancellato il database (coi commenti) e ripristinato il vecchio, ora dovrebbe essere tornato tutto alla normalità (e ringrazio il plugin di WordPress per il backup che mi ha inviato il file via mail la scorsa settimana). Credo che qualche commento dell’ultimo post sia stato perso, se volete posso provare a rimetterli.

Vabbè, per fortuna è ritornato tutto a posto 🙂 , avrò perso un posto in prima fila in Paradiso, visto le bestemmie proferite, però alla fine tutto è bene quel che finisce bene 😛

Ringrazio tutti quelli che mi hanno conttattato per sapere che fine aveva fatto il blog :-d

PS: il perchè l’interfaccia di PHPMyAdmin fosse in una lingua che sembrava tedesco, non l’ho capito :–? :

phpMyAdmin
Welkom by phpMyAdmin
Wys MySQL stelsel veranderlikes Wys MySQL stelsel veranderlikes Dokumentasie

Technorati Tags:

Ma il validatore ragiona ogni tanto ?

Questo è l’errore che mi riporta:

You have used the attribute named above in your document, but the document type you are using does not support that attribute for this element. This error is often caused by incorrect use of the “Strict” document type with a document that uses frames (e.g. you must use the “Transitional” document type to get the “target” attribute), or by using vendor proprietary extensions such as “marginheight” (this is usually fixed by using CSS to achieve the desired effect instead).

nessuno dei suggerimenti riportati risolve il problema, più semplicemente onClick va scritto tutto in minuscolo 😛 .
Io sono un deficiente perchè ho seminato questo errore su tutte le pagine del blog, insomma a controllare prima non sarebbe successo, però anche il validatore non scherza, insomma potrebbe essere un po’ più intelligente 😛 . Ovviamente, non lo correggo, nessun browser credo possa essere così stupido da pretendere il minuscolo per forza 😛 .

Pure il K2 ci si mette a duplicare gli ID, bah correggerò.

An “id” is a unique identifier. Each time this attribute is used in a document it must have a different value. If you are using this attribute as a hook for style sheets it may be more appropriate to use classes (which group elements) than id (which are used to identify exactly one element).

Technorati Tags: , , ,

(15)

K2 RC6 e WordPress 2.5.1

AGGIORNAMENTO: per chi stesse cercando una localizzazione in italiano del K2 RC7, leggere questo commento. Al momento non ho tempo di aggiornare il blog con la nuova versione del K2, quindi eventuali feedback sono graditi 🙂 .

Essendo stata rilasciata la RC6 del tema K2 ho deciso di procedere all’update. Purtroppo c’è stata qualche modifica al tema, spero non ci siano troppi problemi, e comunque credo di avere un po’ di tempo questo week-end per rivedere il layout del blog.

Per chi volesse la mia personale localizzazione del K2 i file li trovate qui:

Purtroppo il file POT distribuito con la RC6 è corrotto (vedi anche questo Topic sul forum di K2) e ho dovuto modificarlo manualmente con un editor di testo per farlo funzionare. Per ora mi sembra non ci siano problemi, però avendolo dovuto modificare a manina, è possibile che qualcosa di sbagliato ci sia 😛 . I titoli dei moduli non sono più traducibili, ma resta possibile personalizzarli una volta aggiunti alla sidebar, che tradotto significa: « il titolo del modulo mostrato al lettore lo si può decidere personalizzando il modulo stesso ».

Con un po’ di fortuna, stasera aggiorno anche a WordPress 2.5.1.

Technorati Tags: ,

(34)

Selezionare il codice inserito quando ci si clicca sopra

Da quando ho iniziato a scrivere sul blog mi sono sempre trovato in difficoltà con l’inserimento di codice, avevo cominciato mettendolo nelle textarea – cosa ignobile da fare col senno di poi – in modo da non rovinare il layout quando nel codice le parole erano troppo lunghe e non venivano wrappate correttamente. Successivamente mi son letto un po’ di manuali base di CSS e ho finalmente capito che il metodo migliore è inserirlo all’interno del tag PRE, assicurandosi di definire uno stile che tenga conto dell’overflow e non faccia sballare troppo la pagina.

Questo è lo stile che uso io:

pre {
	font-family: Courier,monospace;
	background: #EEE;
	font-size: 1.1em;
	line-height: 1.1em;
	border: dashed #666 1px;
	padding: 15px 20px 15px 20px;
	overflow: auto;
}

In particolare la riga:

overflow: auto;

serve per “nascondere” le righe troppo lunghe (è facile accorgersene perchè appariranno le scrollbar). Il fonte tutto Il resto è modificabile a piacimento. Io uso un font monospace come il Courier ma è possibile opti per un altro tipo di carattere in futuro.

Un’altra cosa che mi è sempre piaciuta è fare in modo che il codice inserito sia automaticamente selezionato quando ci si clicca sopra, cosa che devo aver visto su qualche blog di cui non ricordo l’indirizzo. Cercando un po’ con Google sono finalmente riuscito a trovare una risposta 🙂 . Per fare in modo che il codice venga automaticamente selezionato è necessario associare all’azione onClick dell’elemento un po’ di codice Javascript.

Ecco quindi cosa aggiungere al tag PRE per selezionare automaticamente il testo in esso contenuto:

<pre onClick="
if (window.getSelection) {
	var sel = window.getSelection();
	var range = document.createRange();
	range.selectNodeContents(this);
	sel.removeAllRanges();
	sel.addRange(range);
} 
else // per colpa di IE serve un if
	document.selection.empty();
	var range = document.body.createTextRange();
	range.moveToElementText(this);
	range.select();
}
">
codice
</pre>

(gli a capo sono messi solo per motivi di visualizzazione)

Come al solito per farlo funzionare anche con IE è necessario scrivere codice aggiuntivo 😛 Naturalmente è possibile associare il codice anche a tag diversi dal PRE, mentre per i tag INPUT e TEXTAREA si deve modificare un po’ il codice utilizzato.

Naturalmente io aggiungo quel codice automaticamente usando un programmino di text & replace (praticamente scrivo pre seguito da TAB), è comunque possibile aggiungere uno script alla pagina e richiamare il codice nel seguente modo:

<pre onClick="autoSelect(this);">
codice
</pre>

Per il codice della funzione autoSelect vi rimando all’articolo da cui ho scopiazzato il codice 🙂 .

Nel mio caso, non inserendo codice così spesso, preferisco far risparmiare al browser il caricamento di una funzione Javascript inutilizzata nella maggior parte delle pagine. Per lo stesso motivo, non credo di sovvracaricare ulteriormente il blog con uno script di syntax hightlighting

Technorati Tags: , ,

Plugin utilizzati e qualche modifica al blog

Ho fatto qualche piccola modifica al blog e altre conto di farne in futuro. Con molta calma :-P.Questo è un elenco delle modifiche apportate (che serve soprattutto a me come promemoria in caso di aggiornamento del K2 .-) :

  • aggiunti gli accesskey, l’elenco completo lo trovate nella pagina “accessibilità” raggiungibile dal menu nell’header, anche se non ne avete bisogno può tornare utile l’accesskey S per inviare il commento (funziona solo una volta, se si posta un secondo commento entra in funzione Ajax Live Comment e smette di funzionare);
  • alla fine di ogni commento apparirà il browser e il sistema operativo utilizzato dal commentatore;
  • invece di mostrare gli ultimi commenti vengono visualizzate le discussioni più attive, quattro commenti per ogni discussione;

Se chiunque abbia commentato non ha piacere che venga visualizzato il browser ed il sistema operativo utilizzati può farmelo presente che rimuovo l’user agent dal database. Solo i commenti successivi al 20 novembre 2007 mostreranno l’user agent, per tutti quelli precedenti a tale data non viene mostrato nulla.

Per quanto riguarda l’aspetto del blog devo apportare alcune modifiche ai colori e forse ai font utilizzati però lo faccio quando ho tempo quindi è possibile ci vogliano mesi per arrivare ad un template definitivo. Il sottoscritto è famoso per essere un’antiesteta quindi se vedete qualche colore o font che è fuori abbinamento segnalate pure 😛 .

A dire la verità volevo fare uno stile indipendente da immagini sul server, embeddandole nel CSS come data link, però c’è un browser che non è d’accordo 😛 , magari un giorno carico lo stile alternativo e faccio vedere come viene visto il blog da un browser e come viene visto da IE 😛 . Se IE6 non vede le trasparenze delle PNG è un problema suo.

Se qualcuno vuole la versione modificata del file comments.php con gli accesskey e l’aggiunta del codice per la visualizzazione dell’user agent può farmelo presente che glielo faccio avere. Naturalmente il file comments.php fa riferimento al tema K2. Ho avuto l’accortezza di usare il function_exist quindi anche se non è installato il plugin per la stampa dell’user agent non si hanno errori (almeno spero 😛 ). Il plugin in realtà è in grado di riconoscere anche gli user agent dei trackback (la piattaforma di blogging) però per ora non mi interessa complicarmi ulteriormente la vita.

Questo è l’elenco dei plugin installati:

  • Akismet – verifica se un commento è spam o meno usando il database di akismet.com;
  • All in One SEO Pack – ottimizza il blog per i motori di ricerca (SEO = Search Engine Optimizing), aggiornato una decina di volte in due mesi 😛 ;
  • Audio Player – come dice il nome;inserisce il player per la riproduzione di un file audio;
  • Brian Latest Comments – visualizza i post più attivi con relativi commenti, è supportato di default dal widget di K2, il che significa che non serve modificare nessun file se si usa questo fantastico tema 😀 ;
  • Browser Sniff – mostra l’user agent del commentatore, conto di modificarlo leggermente per sniffare anche quello del visitatore;
  • DoFollow – rimuove il nofollow dal link dei commentatori e dai trackback;
  • Feedburner FeedSmith – ridireziona tutti i feed su FeedBurner
  • Google XMLSitemap Generator – crea il file sitemap per i motori di ricerca;
  • Gravatars – mostra il gravatar nei commenti. Non è il miglior plugin ma è supportato di default da K2 senza toccare il file comments.php, conto di cambiarlo a breve visto che quando commento come amministratore non mi fa scegliere l’immagine da mostrare;
  • Oknotizie – il plugin di Traffyk che permette di far votare la notizia su Oknotizie;
  • Related Posts – (il mio preferito) mostra suggerimenti a tema che potrebbero interessare i lettori, supportato di default da K2, ma solo nella sidebar, io lo preferisco nel file single.php;
  • Simple Tags – aggiunge i tag di Technorati in modo molto semplice, io lo ho modificato per inserire i tag di blogbabel;
  • Subscribe To Comments – permette di notificare via email i nuovi commenti ad una discussione a cui ci si è iscritti. All’inizio era spuntata di default la voce per la notifica, poi l’ho rimossa perchè qualcuno non usa email di proprietà, e qualcun’altro non legge il testo delle email di notifica 😛 ;
  • The Welcome Plugin – Il plugin di Andrea Micheloni che saluta i visitatori e i Mybloglog dotati (in alto nella sidebar);

Mi sembra che siano tutti. Poi aggiungo tutti i link ad una pagina statica di ringraziamenti 🙂 .

Technorati Tags: , ,

Statistiche per il 2007

Dopo essermi ripreso dall’abbuffata natalizia, come fatto lo scorso anno, pubblico le statistiche per l’anno appena trascorso.
Queste sono le top keyword:

1. smtp tele2 – 223
2. nomi in giapponese – 1685
3. sdp – 854
4. salvare video youtube – 835
5. salvare video da youtube – 518
6. trucchi firefox – 508
7. tele2 smtp – 442
8. sdp downloader – 437
9. velocizzare firefox – 376
10. salvare video da you tube – 249

Ci sono persino delle ricerche per gengiscan 😛

Queste sono le maggiori fonti di entrata:

1: google / organic 76.921, cioè quasi l’80% dei visitatori arrivano usando Google 🙂
2. direct (segnalibri) – 7.420, provenienze non tracciate di chi ha salvato la pagina come segnalibro o che per ragioni di privacy non invia i referer
3. alice – 1637
4. blogmarks.net – 1399 . Nonostante sia un po’ che non aggiorno più i nuovi articoli su blogmarks arrivano più visitatori che non da Yahoo! :-P. Molto probabilmente la ricerca con Google rimanda alla pagina su Blogmarks e di seguito sul blog.
5. yahoo – 872
6. images.google.it – 621
7. forum.mozillaitalia.org – 521
8. sleeping88.wordpress.com – 512
9. it.blogbabel.com – 453
10. tartarugatecnologica.wordpress.com – 414

Praticamente dopo Google e gli affezionati c’è il nulla :-P. Su Yahoo! il sito è davvero mal indicizzato, nell’ultimo mese grazie al plugin di Traffyk per Oknotizie sono aumentate di molto le visite da questa fonte :-), per il resto molte visite dal blog di sleeping e dalla Tartaruga Tecnologica .-) . Grazie !

La grande predominanza di Google come fonte d’entrata fa si che le pagine più lette siano nell’ordine:

1. Nuovi parametri per smtp.tele2.it
2. SDP Downloader (post che mi ero quasi dimenticato di aver scritto)
3. Salvare video da Youtube e Google Video
4. Nomi in giapponese

agli spammer invece piace l’articolo sulla X-Face (cancellato una decina di commenti non intercettati da Akismet), al secondo posto quello sugli assoli di chitarra (che però di recente ha avuto anche commenti di persone reali 🙂 ).

insomma, diciamo che due di questi li ho scritti quasi per sbaglio e anche abbastanza superficialmente, quelli che invece mi avevano portato via tempo, e che pensavo potessero essere più interessanti, non li cerca nessuno .-P .

La cosa ben più preoccupante è che tutti e quattro sono stati scritti nel 2006, cosa che farebbe pensare a una miglior indicizzazione del blog ai tempi di altervista 😛 .

Sul fonte “Guerra dei browser”, Firefox supera il 50%, IE (in tutte le sue forme, persino qualche vecchio 4.0) arriva al 45%, seguono Opera, Mozilla (Seamonkey) e Safari (quest’ultimo in vantaggio se si va a vedere il solo mese di dicembre) con percentuali meno importanti attorno al 2%.

Ne approfitto per fare un augurio per l’anno che sta arrivando sperando sia migliore di quello appena passato 😀 .

Technorati Tags: , ,

Plugin di voto su Oknotizie by Traffyk

Con un po’ di ritardo mi sono accorto di uno splendido plugin per Oknotizie creato da Traffyk, che permette in modo molto semplice di inserire il pulsante di voto di Oknotizie in un iframe in fondo alla notizia stessa. Il plugin è disponibile per WordPress e Blogger, ma se date un’occhiata al codice l’idea può essere utilizzata anche su altre piattaforme di blogging.

Non c’è che dire davvero un’ottimo plugin. Non molto tempo fa avevo detto che Oknotizie non mi piaceva un granchè, in ogni caso il fatto di poter inserire il pulsante di voto direttamente sul blog, senza dover aprire popup per il voto, è davvero una gran cosa, speriamo che anche altri siti di raccolta notizie prendano ispirazione da questa idea e mettano ben presto a disposizione qualcosa di simile.

Secondo me, Oknotizie dovrebbe fare una donazione all’autore, visto che, è riuscito a creare un qualcosa che sicuramente aumenterà la popolarità di questo sito di social digging. Nella pagina del plugin è spiegato nei dettagli come utilizzarlo, io non aggiungo nulla a riguardo. Questa pseudo notizia, che ha l’unico scopo di dare un trackback all’autore, non la inserisco su Oknotizie, quindi se volete vedere un’anteprima del plugin visitate la pagina del plugin stesso, o date un’occhiata al post precedente.

Io mi permetto solo di dare un piccolo consiglio per migliorare il bookmarklet utilizzato per postare la notizia su Oknotizie e disponibile nel pannello di configurazione del plugin stesso. Non mi sembra una brutta idea aggiungere un po’ di codice per automatizzare il processo di rilevazione dell’ID numerico della notizia, una cosa del genere:

if (location.host=='oknotizie.alice.it') {
x=location.href.split('/');
prompt("Questo è l'ID numerico della tua notizia:",x[4]);

in modo che utilizzando il bookmarklet sulla pagina di oknotizie, invece di provare a segnalarla faccia apparire un bel prompt con l’ID numerico da copiare/incollare nei campi personalizzati della notizia appena segnalata. Qui di seguito metto il bookmarklet modificato, usandolo su un sito diverso da oknotizie procederà a fare la segnalazione, usandolo nella pagina della notizia farà apparire l’ID numerico di quest’ultima.

Segnala su Oknotizie

AGGIORNAMENTO: facendo una segnalazione mi sono accorto che ci sono due pagine da cui è possibile ricavare l’ID numerico, una è quella a cui si accede tramite feed, l’altra quella che mostra la pagina del blog in un iframe. Ora il bookmarklet riesce a rilevare l’ID da entrambe.

Sperando non ci siano errori :-P.

Plugin per Oknotizie

AGGIORNAMENTO: come preannunciato da Traffyk nei commenti è disponibile una nuova versione del plugin, che rende inutile questo bookmarklet, che associa automaticamente il valore al campo personalizzato al primo accesso di un visitatore all’articolo segnalato, non c’è che dire una grande idea ! Qui l’articolo di Traffyk che annuncia l’aggiornamento del plugin.

Dimenticavo. Leggete la licenza se non volete essere condannati alla sfiga eterna.

PS: cercando con Google al primo posto appare un altro plugin simile, voi comunque usate questo.

Technorati Tags: , , ,

Interfaccia del K2 in italiano, uno strano problema

Avevo promesso di localizzare linterfaccia del blog, in realtà lavevo lasciata in italiano per un giorno intero, poi però mi sono accorto di un fastidioso problema con il Gestore delle Barre Laterali (K2 Sidebar Manager) che mi ha fatto cambiare idea. Praticamente era impossibile trascinare i moduli nella barra laterale in quanto questa non appariva:

Visualizzazione errata del K2 Sidebar Manager
Essendoci un problema di versione, io ho installato la RC3 di K2 mentre la localizzazione faceva riferimento all’ultima release stabile di K2 (0.96), mi ero convinto che fosse un problema di compatibilità e ho lasciato perdere.Domenica scorsa avevo un po di tempo libero e ho deciso di mettermi con calma a localizzare il tema partendo dal file k2.pot della mia versione di K2. Letta velocemente un po di documentazione mi sono scaricato POEdit e mi sono messo diligentemente a tradurre le stringhe del tema. Un po scopiazzando dalla versione ufficiale, un po lasciando perdere alcune stringhe che i visitatori non vedranno mai, sono riuscito finalmente ad arrivare alla fine 🙂 . Ma una spiacevole sorpresa mi aspettava: il problema con il K2 Sidebar Manager era rimasto immutato :-P.Insomma, ero riuscito a perdere due ore per ritrovarmi al punto di partenza. Non ricordo bene il motivo, ma spinto dalla disperazione, ho cominciato a fare cose assurde, una di queste (strano ma vero) ha avuto successo. Cercando nel file it_IT.po alla riga 675 ci sono queste righe si trova questo codice:

#, php-format
msgid "Sidebar %d"
msgstr "Barra Laterale %d"#: app/classes/sbm.php:332

#, php-format
msgid " %d"
msgstr "%d"

sostituendo tutti i %d con %s e ricompilando il problema sparisce 🙂 .

Visualizzazione corretta del K2 Sidebar Manager
Non chiedetemi il perché funzioni, ma funziona ! (credo che il %d stia ad indicare una formattazione numerica e il %s una stringa). Fra laltro apportando le stesse modifiche al file di localizzazione ufficiale della versione 0.96 si hanno gli stessi benefici (gli screenshot sono stati fatti usando la localizzazione ufficiale del K2). Naturalmente alcune nuove stringhe introdotte nella nuova versione rimangono in inglese.

Comunque visto che ci avevo perso davvero tanto tempo per localizzarmelo da me (uhm, a copiare/incollare dal la localizzazione ufficiale) ho deciso di utilizzare la mia versione personalizzata 🙂 .

Ora linterfaccia utente del blog dovrebbe, per la gran parte, essere disponibile in italiano 🙂 . Spero non ci siano sgraditi inconvenienti dovuti ad unerrata localizzazione 😛 . Ah, i mesi nella navigazione avanzata sono in inglese perché non ho trovato nessuna stringa di localizzazione, e quindi rimaranno in inglese.PS: è la terza volta nel giro di una settimana che aggiorno il plugin All in One SEO Pack 😛

Technorati Tags: , ,

Primi passi con WordPress, plugin OpenSearch e favicon

Nonostante il plugin OpenSearch per il proprio blog sia un’inutile vezzo – del resto a chi potrebbe mai interessare ? – io lo avevo sul vecchio blog SPB e lo ho voluto portare anche su WordPress. Il plugin di ricerca può essere installato dai browser che lo supportano, permettendo così il suo utilizzo direttamente dalla search bar. Affinché il browser riconosca la presenza di un plugin OpenSearch è necessario inserire queste informazioni nella sezione <head> della pagina.

In Simple Php Blog era necessario modificare il file index.php ed inserire la riga di codice necessaria allo scopo, in WordPress è invece possibile creare un plugin che inserisca direttamente il riferimento al plugin nell’head, senza per questo dover modificare il tema. Il vantaggio è che non sarà necessario rimodificare il file header.php del tema utilizzato ogni qualvolta verrà aggiornato o addirittura sostituito con un altro tema.

La stessa cosa vale anche per la favicon del sito (l’icona rappresentativa del sito che appare nella barra degli indirizzi). Cercando con Google ci sono plugin appositi che permettono di inserire la favicon; plugin che fanno fin troppe cose rispetto alle mie necessità, ho quindi deciso di scopiazzare uno di questi plugin (Favicon Manager per inserire sia la favicon che il search plugin. La cosa non è affatto difficile. Di seguito il codice del plugin che inserisce sia la favicon che il search plugin nella sezione head in modo tale da renderli visibili ai browser:

<?php
/*
Plugin Name: Add favicon and Search Plugin
Plugin URI: http://www.gialloporpora.netsons.org
Description: Aggiunge la favicon e il searchplugin nella sezione head, in modo che vengano riconosciuti dai browser
Version: 0.1
Author:gialloporpora
Author URI:http://www.gialloporpora.netsons.org
*/
/*
Copyright (C) 2006 Cindy Moore
This program is free software; you can redistribute it and/or modify it under the terms of the GNU General Public License as published by the Free Software Foundation; either version 2 of the License, or (at your option) any later version. This program is distributed in the hope that it will be useful, but WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty of MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE.  See the GNU General Public License for more details.
http://www.gnu.org/licenses/gpl.txt
You should have received a copy of the GNU General Public License along with this program; if not, write to the Free Software Foundation, Inc., 59 Temple Place - Suite 330, Boston, MA  02111-1307, USA.
*/
function gpadd_favicon_to_headers()
{
$favicon_location="URL della favicon";
print "\t";
print '<link rel="shortcut icon" href="'.$favicon_location.'" />';
print "\n";
}
function gpadd_searchplugin_to_headers()
{
$searchplugin_location = "URL del file XML del plugin OpanSearch";
$searchplugin_title="Il blog che non c'è";
$searchplugin_title="Il blog che non c'è";
print "\t";
print '<link rel="search" type="application/opensearchdescription+xml" title="'.$searchplugin_title.'" href="'.$searchplugin_location.'" />';
print "\n";
}
// insert favicon into header using WP hooks
add_action('wp_head', 'gpadd_favicon_to_headers');
// insert search plugin  into header using WP hooks
add_action('wp_head', 'gpadd_searchplugin_to_headers');
?>

Naturalmente non ho previsto un’interfaccia di configurazione, è necessario modificare a manina i percorsi della favicon e del search plugin, ma del resto è quello che mi serviva (i menu creati dai plugin iniziano ad essere sin troppi). Per creare il file XML del plugin OpenSearch provate a guardare fra i link che related posts dovrebbe inserire a fine post 🙂 (un plugin del genere per i forum sarebbe un sogno 🙂 ). Probabilmente esisterà un plugin serio per WordPress che permette di fare le stesse cose e che offre una bella interfaccia per la configurazione.

Download:
Add favicon & SearchPlugin.

Technorati Tags: , , ,

Come sono diventato blogger

Prendo al volo l‘invito di Andrea Micheloni e rispondo -anche se con un certo ritardo – al suo invito di spiegare i motivi che mi hanno spinto ad aprire un blog. Andrea lo sai che in questi due giorni ho riletto circa una decina dei tuoi vecchi articoli (vedi anche il messaggio di benvenuto e il commento sul post di Faki :-)) ma non mi ero accorto del nuovo post ?
Chi o cosa ti ha spinto a creare un blog?

Diciamo che ho sempre voluto avere un sito personale, un piccolo spazio dove raccogliere cose trovate in rete, cose che potevano anche tornare utili ad altre persone. Nel mio primo tentativo di costruirmi un sito (quasi 6 anni fa) avevo costruito un sito a manina creando pagine statiche in puro HTML e con un sacco di sforzo ero riuscito a mettere assieme cinque sei paginette, con una grafica pessima e con pochi contenuti:

  • una guida alla configurazione di Apache e Mysql in localhost,;
  • un elenco di software consigliati;
  • una mini guida all’uso di Latex;
  • una specie di oroscopo del giorno creato in Php, che devo ancora avere da qualche parte disperso nell’HD

Ben presto mi sono stufato di scrivere le su quel sito e per un po’ ho proprio lasciato perdere il mio piccolo spazio web. Il sito è rimasto fermo per quasi due anni mi ero completamente dimenticato di averlo finché non mi è tornata la voglia di scrivere e mi sono ricordato del vecchio sito lasciato a marcìre per qualche anno.

nel periodo in cui sono stato lontano da internet e più in generale dal computer, il mondo della rete è evoluto profondamente e sono nati i blog e tutto quello che gli gira attorno. Diciamo che le nuove possibilità offerte dai blog e dai CMS permettevano di costruirsi un sito e mantenerlo aggiornato con pochissimo sforzo. E questo era proprio quello che serviva a me.. Ho ripreso in mano il vecchio spazio web che avevo aperto su altervista e ho installato la prima piattaforma di blogging che è apparsa da una ricerca con Google per “blog flat file”. Purtroppo non disponevo di un database Mysql e molte piattaforme di blog mi erano inacessibili proprio per questo motivo. Una volta installato SPB in cinque minuti lo ho configurato e ho subito notato che la semplicità di creazione delle pagine faceva crescere in me la voglia di scrivere :-).

Nei primi tre mesi credo di aver scritto si e no tre post , dopo un po’ stavo già maturando la convinzione dell’ennesima impresa cominciata e poi lasciata andare a male :-P. Poi però ho visto che qualcuno di interessato alle cose che scrivevo c’era e questo mi ha spinto a scrivere con maggiore regolarità e anche stando molto più attento a quello che scrivevo. All’inizio il blog era soprattutto una raccolta delle risposte alle domande “intelligenti” che venivano fatte sui forum o sui newsgroup ai quali partecipavo, in seguito ho cominciato a commentare anche delle notizie lette in gioranta come dovrebbe fare un vero blogger. Anche se, io un vero blogger non mi sento, diciamo che per me il blog è un modo veloce per avere un sito, fare in modo che gli aggiornamenti saltino subito all’occhio e perchè no avere un commento di tanto in tanto per intvolare qualche discussione.

Il tuo primo post?
Si intitolava “Apertura spazio blog” e annunciava, per l’appunto, la creazione del blog, mettendo in guardia sul fatto che il blog avrebbe anche potuto rimanere con quell’unico post 😛

Di quale post ti vergogni di più ?
A dire il vero di due o tre, uno lo devo anche aver cancellato :-P, e uno non lo ho proprio pubblicato. Quello non pubblicato era una considerazione sull’attuale situazione politico-economica del nostro paese, ma mi ero fortemente promesso di non parlare di politica sul blog e quindi lo ho lasciato come bozza sul PC. E anzi non vedrà mai la luce.

Il post di cui sei più fiero?
Quello che spiega la regex per recuperare le email invisibili di Thunderbird :-). Il motivo ? Perché di tutti è quello che ha avuto contributi minimi da Google e da altri articoli, che poi possa interessare a qualcuno, beh questa è un’altra domanda 😛

Rigiro l’invito a chiunque volesse mettersi in coda e spiegare i motivi che lo hanno portato a diventare blogger.